News ed eventi | il blog di Sitar Italia | Padova

Vitamina C: facciamo chiarezza

E’ PIÙ EFFICACE L’ACIDO ASCORBICO DI SINTESI O L’ACIDO ASCORBICO NATURALE?

Da molti anni alcuni ricercatori hanno comparato la biodisponibilità dell’acido ascorbico di sintesi rispetto a quello contenuto negli alimenti. Sebbene di struttura siano identici, frutta e verdura sono ricchi di numerosi nutrienti e sostanze fitochimiche che influenzano la biodisponibilità della stessa Vitamina C a livello dell’assorbimento intestinale.

Hanno valutato l’escrezione urinaria di acido ascorbico a 1, 2 e 5 ore dopo l'ingestione di succo di acerola la quale era significativamente inferiore a quella dell'acido ascorbico di sintesi. Questi risultati indicano che alcuni componenti del succo di acerola (flavonoidi definiti fattore C2)  hanno influenzato favorevolmente l'assorbimento e utilzzo e quindi un minor rilascio sulle urine.

Altri studi condotti in vivo hanno mostrato un maggior assorbimento di vitamina C in organi specifici (ad es. ghiandole surrenali e milza) somministarndo succhi / estratti ricchi di flavonoidi rispetto all’acido ascorbico di sintesi.

- Absorption and excretion of ascorbic acid alone and in acerola (Malpighia emarginata) juice: comparison in healthy Japanese subjects. Eriko Uchida, Yoshitaka Kondo, +7 authors Akihito Ishigami Published in Biological & pharmaceutical… 2011Chemistry, Medicine

- Nutrients 2013 Synthetic or Food-Derived Vitamin C—Are They Equally Bioavailable? Anitra C. Carr and Margreet C. M. Vissers

- Comparative bioavailability to humans of ascorbic acid alone or in a citrus extract J A Vinson, P Bose The American Journal of Clinical Nutrition, Volume 48, Issue 3, September 1988

MODELLO DI ASSORBIMENTO A LIVELLO ORGANICO DELLA VITAMINA C E I SUOI BENEFICI

La Vitamina C viene attivamente trasportata nel corpo attraverso due trasportatori sodio-dipendenti, SVCT1 e SVCT2 i quali presentano diverse distribuzioni nei tessuti e diversa cinetica di captazione (velocità di assorbimento): SVCT1 agisce principalmente nei tessuti epiteliali (le cellule che costituiscono il tessuto epiteliale svolgono funzioni di rivestimento, di secrezione, di trasporto e di assorbimento) ed è principalmente responsabile dell'assorbimento intestinale e del riassorbimento renale della vitamina C, la quale contribuisce a mantenere l'omeostasi di tutto il corpo;  SVCT2 agisce invece nei tessuti specializzati  (es. tessuto connettivo) ed è necessario per l’azione della vitamina C nelle reazioni enzimatiche e per la sua azione antiossidante. 

MA QUANTA VITAMINA C SERVE ALL’ORGANISMO?

Per la sua idrosolubilità la vitamina C è facilmente assorbita nel tratto intestinale del tenue. Questo avviene mediante un processo di trasporto attivo saturabile. Dire che il processo è saturabile significa che la percentuale di assorbimento scende al crescere della dose. Quando il trasporto attivo è saturato entrano in gioco meccanismi di diffusione. Per la vitamina C il valore nutritivo di riferimento giornaliero di un adulto sano è di 80 mg e non essendo prodotta dall'organismo, il fabbisogno è assicurato dall'alimentazione-integrazione. La vitamina C resta nell’organismo circa 6 ore e per questo motivo è necessario e consigliato assumerla più volte nel corso della giornata.

E’ raccomandato un suo utilizzo in quantità maggiore quando l’organismo sta affrontando delle fasi di fatica fisica costante e di adattamento allo stress, per i fumatori, per chi pratica sport agonistico.

L’ASSUNZIONE DI VITAMINA C CONTRIBUISCE: 

  • alla normale funzione del sistema immunitario migliorando l’attività di alcuni globuli bianchi come le „cellule killer naturali“ modulando la comunicazione e il coordinamento del sistema immunitario
  • alla normale formazione e funzione dei  tessuti connettivi (collagene, ossa, mucose, pelle, cartilagini, denti)
  • al normale metabolismo energetico
  • al normale funzionamento del sistema nervoso
  • all’assorbimento del ferro

VITAMINA C e BIOFLAVONOIDI DA ACEROLA

 

Nei frutti dell' Acerola sono presenti anche bioflavonoidi (che indichiamo come fattore C2) che risultano avere un'azione sinergica a quello che indichiamo come fattore C1(acido ascorbico). Chimicamente il fattore C2 è un gruppo di flavonoidi, di cui il pentaidrossi-3-flavanolo, che si trova in natura sotto forma di un composto stabile, ed è in grado di aumentare la velocità di riduzione dell'acido deidroascorbico in acido ascorbico ed ha anche un'azione catalitica proponendosi di volta in volta come donatore o come accettore di idrogeno. La presenza contemporanea di questi due fattori (C1/C2) migliora l’utilizzo e l’assorbimento e quindi aumenta l’effetto benefico della vitamina C.

INFO ACEROLA

L’acerola (Malpighia glabra L.) è una pianta che cresce principalmente nella foresta amazzonica brasiliana. Il frutto di questa pianta è comunemente conosciuto come "ciliegia delle Indie Occidentali" o "ciliegia di Barbados", al suo interno presenta degli spicchi dal sapore leggermente acidulo, morbido e succoso. Il frutto è rivestito da una buccia sottile e con un grosso seme all'interno. Il gusto piuttosto aspro è dovuto all’altissimo contenuto di vitamina C che fa di questo frutto una delle fonti più ricche al mondo.

Scuola di medicina dell'Università di Porto Rico - 1945

AC80 KINTEGRAVIT IL MEGLIO DELL’ACEROLA BIO

In AC80 abbiamo utilizzato ACEROLA BIOLOGICA della foresta amazzonica, raccolta in un preciso stadio di maturazione per ottimizzare il contenuto di Vit.C e dei suoi flavonoidi e resa in polvere con una tecnica di liofilizzazione di alta qualità che permette di avere un contenuto di Vitamina C tra 9800 - 13000 mg/100 g. L’acerola Bio è stata inserita poi in capsule vegetali per facilitarne l’assunzione. Con 2 capsule di AC80 al giorno raggiungiamo l’80% del VNR (consumi di riferimento) e secondo l’Istituto Superiore di Sanita’ il 100% del fabbisogno giornaliero. Grazie alla sua qualità AC80 è delicata sullo stomaco, quindi favorevole anche per le persone sensibili ai classici agrumi.                                                                                                                       

Freeze-drying of acerola (Malpighia glabra L.) Luanda G. Marques, Maria C. Ferreira, Jos´e T. Freire  Department of Chemical Engineering, Drying Center of Pastes, Suspensions and Seeds, Federal University of S˜ao Carlos, P.O. Box 676, 13565-905676, Brazil  January 2006

Le indicazioni riportate nel sito derivano dall’esperienza pratica di professionisti e non intendono pertanto sostituire in alcun modo il rapporto diretto tra paziente e medico o farmacista. L’integratore alimentare offre un supporto di integrazione nell’alimentazione nell’ambito di trattamenti e nella prevenzione. Per una corretta valutazione nell‘ assunzione degli integratori alimentari si consiglia di rivolgersi al proprio farmacista di fiducia o al proprio medico curante. Per approfondimenti è possibile far riferimento a fonti alternative e pubblicazioni. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta varia ed equilibrata e di un sano stile di vita.

Vuoi diventare rivenditore Sitar Italia? Chiamaci al 049601700

Vuoi restare in contatto con noi?

Iscriviti alla nostra newsletter

Benessere, prevenzione e salute. La risposta di qualità in Farmacia

Contatti

Via Po, 25 - 35135 Padova - Italy
Tel. 049.601700 - Fax 049.611421
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Visita lo store ufficiale Sitar Italia

Sitar Italia S.r.l. | Cod. Dest. 0G6TBBX | Reg. Imp. PD, C.F. e P.IVA 04745060287 | R.E.A. di PD nr. 414865 | Cap. Soc. 100.000 i.v. | RAEE n. IT19020000011143 | P.A. n. IT19020P00005110